The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Gli olandesi si aspettano di lavorare da casa anche post-Coronavirus

Per molti olandesi la crisi nata con il Coronavirus influenzerà permanentemente il modo in cui lavorano e il loro atteggiamento nei confronti dei viaggi. Un quarto di coloro che hanno iniziato a lavorare da casa a causa della crisi si aspettano di continuare a farlo in futuro. Inoltre, come riporta NOS, uno studio condotto dall’Istituto per la Mobilità pubblica (Kennisinstituut voor Mobiliteitsbeleid) mostra che un terzo di queste persone pensa che terranno incontri di lavoro online più spesso in futuro.

Gli olandesi che hanno iniziato a lavorare da casa a causa della crisi nata con il Coronavirus sono circa il  44% dei residenti. Molti di questi, ritengono lo smart-working come un’esperienza positiva. D’altro canto, invece, la maggior parte degli studenti, ora costretti a seguire le lezioni da casa, non lo trova piacevole.

Attualmente, la maggior parte delle persone in Olanda evita l’uso dei mezzi di trasporto pubblici. L’88% dice di preferire usare la propria auto o la bicicletta, quando devono uscire. Ma solo il 20% crede che lo continuerà a fare anche dopo la fine delle restrizioni. La maggioranza, invece, sostiene che tornerà ad usare bus, tram e treni appena la crisi sarà finita. Infine, circa il 25 %  dice che prenderà meno aerei in futuro.

Dal momento in cui sono state attuate misure per frenare la diffusione di Covid-19, in Olanda il numero di spostamenti fuori casa che il residente medio fa in tre giorni è diminuito da 8 a 3,6. La distanza media percorsa in tre giorni è diminuita da 90 a 30 chilometri. Al giorno, circa la metà della popolazione olandese non esce di casa.

 

Cover Pic: Pixabay