Le scuole secondarie nei Paesi Bassi vorrebbero porre fine alla folle “cultura del test”. Vedono troppi studenti stressati che si impegnano solo in un progetto se finalizzato all’esame. Decine di scuole superiori olandesi stanno quindi sperimentando un nuovo metodo di insegnamento chiamato valutazione formativa, in cui gli insegnanti tengono d’occhio i progressi degli studenti senza una carrellata continua di test scritti, dice AD.

“Nell’istruzione secondaria, gli alunni sperimentano una vera e propria corsa ad ostacoli, saltando da una prova all’altra”, ha dichiarato a AD Dominque Sluijsmans, professore di valutazione professionale presso la Hogeschool Zuyd. Di conseguenza, gli studenti si limitano a dedicare uno sforzo a un compito o a un progetto solo se avrà un peso nella valutazione.

Per questo motivo, decine di scuole olandesi stanno ora sperimentando la valutazione formativa, alcune solo per classe, altre in tutta la scuola. In questo metodo, gli insegnanti danno meno peso a test intermedi. Invece fanno ampio uso di quiz, progetti in classe e domande senza non legate a giudizi formali.