NL

NL

Gli immigrati un peso? Allo Stato “costano” meno dei locals

Uno studio dell’Università di Leiden ha scoperto che gli immigrati costano meno alle casse pubbliche rispetto ai cittadini nativi. Contrariamente alla percezione comune che gli immigrati siano un onere sproporzionato per le finanze pubbliche, la ricerca su 15 paesi europei ha rilevato che entrambi i gruppi consumano più risorse di quante ne contribuiscano, ma il bilancio negativo è minore per gli immigrati. Questi ultimi fanno meno affidamento sui servizi sociali e contribuiscono di più attraverso tasse e premi assicurativi, dice NRC.

Il professore di economia Olaf van Vliet ha spiegato che la maggior parte degli immigrati in Europa occidentale sono giovani lavoratori di età compresa tra 25 e 45 anni, che quindi usano meno pensioni e servizi sanitari rispetto alla popolazione indigena in via di invecchiamento. La ricerca, basata sui dati di Eurostat, ha escluso i Paesi Bassi ma si prevede che un prossimo studio includerà anche questo paese, mostrando probabilmente risultati simili.

Tra il 2007 e il 2018, lo studio ha confrontato l’impatto sulle finanze pubbliche di tre gruppi: residenti autoctoni, immigrati dall’UE e immigrati extra-UE. I cittadini nativi sono risultati essere il maggior onere, seguiti dagli immigrati extra-UE e poi da quelli dell’UE. La differenza tra i due gruppi di immigrati è minima e potrebbe essere dovuta alla composizione dei gruppi, che include expat benestanti e richiedenti asilo non sempre autorizzati a lavorare legalmente. Durante la crisi finanziaria del 2008, la pressione sulle finanze pubbliche è aumentata per tutti i gruppi, ma è tornata a diminuire per gli immigrati dal 2013, mentre per i nativi è rimasta alta a causa dell’invecchiamento della popolazione.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli