Nelle Fiandre occidentali, un agente di polizia sta pattugliando le strade in modo anonimo sulla sua moto per catturare gli automobilisti che violano le regole del traffico: l’uomo ha elevato circa 200 contravvenzioni in appena una settimana.

L’ufficiale di polizia opera nella zona di polizia Roeselare, Izegem e Hooglede. L’iniziativa è stata avviata un mese fa, per intensificare la lotta all’impunità nel traffico. L’uomo è in strada da 7 giorni, ma ha già emesso 222 multe.

E il problema per gli automobilisti è che il “giustiziere della strada” opera in maniera perfettamente legale, spiega a VRT il capo della polizia locale Carl Vyncke: la polizia può facilmente identificarsi all’occorrenza e la moto ha anche luci blu e una scheda led sul retro può essere attivata durante un intervento.

Le multe riguardano diversi tipi di contravvenzioni: uso dello smartphone durante la guida e il passaggio con il rosso all’eccesso di velocità o il mancato utilizzo degli indicatori quando necessario. L’iniziativa ha sostenitori e avversari attivi anche sui social, ma la cosa più importante è che la sicurezza stradale migliori, sottolinea Vyncke.