NL

NL

Giudice contro FB: in Olanda viola la privacy degli utenti

Facebook ha violato la privacy degli utenti della piattaforma in Olanda. Lo ha stabilito il tribunale in una causa promossa dall’Associazione dei consumatori DPS, specializzata in questioni di privacy, dice NOS.

Il tribunale ha stabilito che Facebook non ha informato abbastanza bene gli utenti olandesi su ciò che la piattaforma fa con i loro dati: in questo modo, Facebook viola la legge sulla privacy, perché prescrive che debba essere sempre chiarito perché e a quale scopo vengono trattati determinati dati sensibili alla privacy.

Ad esempio, Facebook utilizza i dati degli utenti olandesi per offrire annunci pubblicitari, senza un’autorizzazione legalmente valida. Gli sviluppatori esterni possono anche accedere ai dati degli utenti olandesi, senza che tali utenti ne siano sufficientemente informati, secondo il tribunale. Questo riguarda informazioni come sesso, età e luogo di residenza, ma anche le app che qualcuno utilizza, informazioni sugli amici di Facebook o sul comportamento di navigazione al di fuori della piattaforma.

L’Associazione dei consumatori vuole imporre un risarcimento finanziario attraverso il caso: ora che un giudice ha affermato che Facebook ha violato la legge, la sentenza non ha come conseguenza un risarcimento.   Meta, la società madre di Facebook, sta presentando appello contro la sentenza del tribunale olandese. “Siamo lieti che il tribunale si sia pronunciato a favore di Meta su diversi passaggi del ricorso. Le affermazioni datate della Data Privacy Foundation in alcuni casi si riferiscono a eventi vecchi di un decennio”. FB dice di voler presentare ricorso per le richieste dell’associazione che il giudice ha accolto.

SHARE

Altri articoli