Gli aspiranti piromani trovano terreno fertile in Olanda, e soprattutto nel Gelderland. Settimana scorsa la polizia ha sequestrato 2 tonnellate di fuochi d’artificio, e Domenica sera una banda di giovani ha terrorizzato il distretto di Geitenkamp, a Arnhem, con petardi e fuochi d’artificio.

Da Mercoledí scorso, la polizia continua ad occuparsi di problemi simili, ha riportato De Gelerlander.

Alle 20.00, dei giovani hanno iniziato a lanciare petardi ai passanti sulla Schutterbergweg. I petardi sono esplosi su macchine, case e persone. Sono stati anche appiccati vari fuochi e molti oggetti sono stati vandalizzati, dice il giornale. La calma è ritornata verso mezzanotte, anche se restava qualche fuoco da estinguere. Nessuno è stato arrestato.

Tanti residenti della zona erano terrorizzati e vogliono risposte dal sindaco, Ahmen Marchouch, sull’intervento mancato della polizia. “Chiami il 112, e come risposta ti dicono che verranno solo se qualcuno sarà ferito o se sarà necessario un trattamento medico. Questo non può essere permesso, non mi sento sicuro nel mio quartiere. Non so se riuscirò a dormire”, ha detto un residente a De Gelerlander.

Secondo i residenti, tanti dei giovani coinvolti non sarebbero originari di Geitenkamp.
Il sindaco di Arnhem, Marcouch, aveva già chiesto in precedenza di tenere i bambini a casa. “I genitori devono assumersi le loro responsabilità”, ha detto in risposta al problema dei fuochi d’artificio.