I comuni al confine con la Germania chiedono ai cittadini tedeschi di non recarsi nei Paesi Bassi per la festività dell’Ascensione. “Il sindaco di Venlo ha dato la comunicazione su RTL Deutschland questa mattina”, ha detto Robert Bouten portavoce della regione di sicurezza Veiligheidsregio Limburg-Noord a NOS.

Il giorno dell’Ascensione è una festività popolare per i tedeschi che visitano i Paesi Bassi, perché i negozi sono chiusi in Germania. “E lo shopping con la mascherina è obbligatoria lì, non qui. Questo rende la visita ancora più appetibile.” La regione e i comuni hanno quindi deciso di scoraggiare i visitatori, sostenendo che la festività non è per una gita in famiglia “Se i comuni saranno troppo affollati, le attività commerciali saranno chiuse, come i parcheggi e le strade di accesso” ha riferito Bouten all’emittente. Inoltre, se dovessero esserci ingorghi verrà applicata la multa di 390 euro. Veiligheidsregio utilizza la sorveglianza delle telecamere per gestire qualsiasi situazione si dovesse presentare. In diverse strade, è stato stabilito il traffico a senso unico, ed un massimo di 3 mila visitatori saranno ammessi nell’outlet di Roermond.

Il comune di Enschede ha chiuso la maggior parte dei parchi ricreativi della città. Il portavoce del comune, Ton Kamp, ha detto a NOS che non ci sono campagne attive sui social di promozione di Enschede durante la festività. “Inoltre, i ristoranti sono ancora chiusi, il mercato e i negozi hanno orari di apertura limitati.” Secondo Kamp, i turisti tedeschi hanno ricominciato a venire nei Paesi Bassi circa una settimana e mezzo fa. “Questo anche perché per i tedeschi ci sono misure ancora più rigorose rispetto a qui, che verranno mantenute anche per la festività.” I comuni di Emmen e Coevorden hanno dichiarato a NOS che non prevedono alcun problema. “Questo perché c’è una comunicazione chiara da entrambe le parti. Abbiamo avuto il Venerdì Santo e il 1 maggio; entrambe le giornate sono andate molto bene”, ha detto un portavoce.