I test sui viaggiatori a bordo dei due voli dal Sud Africa venerdì “non sono andati così bene”: il GGD Kennemerland riconosce che mettere in quarantena i passeggeri avrebbe potuto essere fatto in modo migliore, dice NOS. Il servizio si scusa con i viaggiatori che sono diventati vittime.

Secondo il GGD, venerdì scorso tutto doveva essere fatto molto rapidamente con l’incognita della nuova variante: testare le persone e metterle in quarantena. L’operazione, ha detto GGD, è stata eseguita in fretta e ciò è avvenuto a scapito dello standard minimo da garantire ai passeggeri, dice il portale.

Diversi passeggeri si sono lamentati del modo in cui sono stati messi in quarantena ma secondo il direttore Bert van de Velden di GGD Kennemerland, la maggior parte di loro ha adottato un atteggiamento cooperativo.

L’azienda vuole parlare con i clienti interessati, ma esclude risarcimenti, dice l’agenzia di stampa ANP.