I test per gli asintomatici a Schipol non convincono il GGD: in un’intervista con il quotidiano Trouw, il dirigente del GGD André Rouvoet ha detto di temere che ciò si ritorcerà contro. ‘La mia posizione è: se non funziona, farà danni. Temo che possa influenzare il comportamento delle persone, dando loro la convinzione di essere al sicuro. I test possono diventare una giustificazione per non rispettare le distanze.”, ha detto il dirigente.

L’area è per alcuni viaggiatori provenienti da aree a rischio. Alcuni di loro ricevono una cartella dal GGD e possono quindi essere testati da soli ma c’è abbastanza spazio per tutti i viaggiatori provenienti da aree a rischio, dice AT5.

Rouvoet sottolinea che è la zona test è ancora un esperimento. Il GGD consiglia, in ogni caso, a chiunque provenga da una zona a rischio di mettersi in quarantena. Se il test mostra che un viaggiatore non è infetto dal Covid, tale consiglio si applica comunque.