The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Luigi, 45 anni, una vita per l’amore. Campania – Zaandam

Sono in Olanda da 22 anni. Ho lavorato in una ditta di granito, di gente delle tue parti, i Trentini. Mi sono rotto la schiena…Nel senso che a fare questo lavoro me la sono rotta prorio! Ora diciamo che sono in malattia”.

“Come sei arrivato in questa terra?”

Ti racconto una storia: anni fa sono andato ad aiutare uno zio a mettere le mattonelle in una casa di un paese vicino da dove vengo io. I proprietari erano campani emigrati in Olanda. Mi servivano i soldi per andare in vacanza. C’era anche la figlia dei proproprietari, che era ancora una ragazzina, sedici anni.

Ci siamo guardati negli occhi ed è stato subito amore.

Anna è nata in Olanda, parla olandese come un madrelingua ma se le chiedi dice che è italiana.

Abbiamo due figlie, vuoi vedere le foto? Guarda…”

“Sono bellissime, davvero!”

“Rosalia e Rosa Maria. Non parlano bene italiano, però anche loro si sentono italiane e non olandesi“.

“Perchè non hanno imparato l’ Italiano se si sentono italiane?”

“Anna non ha voluto…Gli olandesi le hanno sempre ricordato che era una straniera nonostante sia nata qui, non è stato facile…Per cui ha insistito perchè le nostre figlie non fossero considerate straniere. Per questo non abbiamo insistito con l’Italiano”.

“Dopo tanti anni in Olanda, torneresti in Italia?”

Io sono contento di stare qui.  I diritti che ci sono in Olanda non li abbiamo in Italia. Lavorando qui mi sono fatto la casa, la macchina, una famiglia…Le mie figlie hanno un futuro”.

“Il tuo tatuaggio, che significa?”

Anna, Rosalia, Rosa Maria…Sono l’amore che ho, di tutto“.

Per iscriverti alla fanpage su Facebook di Genti d’Olanda clicca QUI!