The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Gent, centinaia di volontari per la ricerca del vaccino anti coronavirus

L’Universitair Ziekenhuis di Gent (UZ Gent) è un ospedale universitario coinvolto in centinaia di ricerche ogni anno. Ora sta sperimentando il vaccino per il coronavirus, in uno studio che richiede la partecipazione di decine di volontari. La risposta della popolazione è stata sorprendente: in centinaia si sono offerti per sottoporsi al test.

Secondo la professoressa Isabel Leroux-Roels, la grande disponibilità da parte dei volontari è un fenomeno insolito, ha riferito vrt. “Tutti sono in attesa di un vaccino e la gente vuole dare il proprio contributo“, ha detto.

Nel laboratorio dell’Università di Gent sono in corso due studi: uno dell’azienda belga Janssen Phamaceutica (che ora appartiene a Johnson & Johnson) e l’altro della società tedesca Curevac. La sperimentazione di Janssen era programmata per settembre, ma i risultati preliminari hanno suggerito che potesse essere anticipata. La risposta dei volontari ha colto di sorpresa gli scienziati. Sul sito dell’Università si legge che i test inizieranno a giugno 2020.

L’UZ di Gent aveva bisogno di circa 80 soggetti sani per uno studio e 133 per l’altro, afferma Leroux-Rouls. I volontari verranno vaccinati due volte per testare il vaccino Curevac e dovranno recarsi in ospedale 11 volte.

Intanto, Paesi Bassi, Francia, Germania e Italia hanno firmato un accordo per acquistare fino a 400 milioni di dosi di un potenziale vaccino contro il coronavirus dall’azienda farmaceutica AstraZeneca. Il vaccino, ancora in fase sperimentale, arriva dall’Università di Oxford in Inghilterra. Lo studio dovrebbe coinvolgere 10mila persone.