BE

BE

Gent, al via la costruzione di un villaggio di emergenza per rifugiati ucraini in una zona industriale, con spazio per 600 persone

President.gov.ua, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons

A Eikstraat di Oostakker, vicino a Gent, sono iniziati i lavori preparatori per trasformare un campo di mais in un villaggio di emergenza per rifugiati ucraini, dice VRT. L’intenzione è che da questa primavera siano disponibili 50 unità abitative per 200 persone, principalmente donne e bambini. Entro la fine del 2023, quel numero sarà ulteriormente ampliato fino a 600. Il villaggio di emergenza sarà costruito con soldi fiamminghi: il governo stanzia 8 milioni per questo. Gent è il terzo comune delle Fiandre ad avere un villaggio di emergenza, dopo Mechelen (710 posti) e Anversa (1.000 posti). I container che comporranno il villaggio verranno riutilizzati in seguito, probabilmente anche come alloggi per studenti.

Il villaggio sarà costruito quasi un anno dopo l’inizio del conflitto in Ucraina (febbraio 2021). “Molti residenti di Gand da allora hanno mostrato solidarietà e hanno offerto uno spazio tramite #plekjevrij “, dice il comune a VRT. Ma la situazione sta iniziando a pesare, per tutte le persone coinvolte. Vediamo anche un nuovo afflusso di circa 50 rifugiati ucraini al mese. È quindi necessario fornire ulteriori alloggi di emergenza.” afferma il sindaco Mathias De Clercq (Open VLD). Si stima che circa 1.200 ucraini stiano ora a Gent, principalmente con amici e familiari.

Il villaggio di emergenza sarà ricavato da container abitativi con comfort di base. “Stiamo iniziando con 53 unità”, afferma il ministro Matthias Diependaele (N-VA). «Sono container che teniamo a portata di mano per i grandi lavori di costruzione di case popolari, come alloggi di emergenza. Sono nuovi, non ancora utilizzati e hanno bagno e cucina indipendente e tutti i comfort di base». Il villaggio di emergenza di Gand assomiglierà a quello di Anversa mentre a Mechelen ci sono più spazi condivisi. Altri 150-200 container arriveranno in seguito e soddisferanno gli stessi requisiti. 

Eikstraat si trova un po’ in campagna, vicino a una zona industriale e a strade trafficate, quindi non è l’ambiente più stimolante. “Le Fiandre impongono requisiti severi ai villaggi di emergenza. Devono essere costruiti su un grande sito, circa 20.000 metri quadrati. Non ci sono molti luoghi simili a Gand. Anche le scuole e i trasporti pubblici devono essere facilmente accessibili. Questo era in realtà l’unico posto adatto ”, spiega De Clercq.

 

SHARE

Altri articoli