POLITICS

POLITICS

Genocidio armeno, il governo partecipa alle commemorazioni ma non lo considera genocidio

Il sottosegretario alle finanze Menno Snel ha partecipato martedì alla cerimonia per celebrare il genocidio armeno a nome del parlamento olandese. La Tweede Kamer ha votato a febbraio quasi all’unanimità a favore o riconoscendo l’uccisione di 1,5 milioni di armeni nei giorni della fine dell’impero ottomano, come genocidio.

Solo Denk aveva votato contro la mozione. Il governo ha quindi deciso di inviare un ministro alla commemorazione del genocidio armeno a Erevan, in linea con le richieste del Parlamento, senza pero’ riconoscere formalmente il genocidio in quanto tale.

“Partecipando alla commemorazione stiamo mostrando il nostro rispetto per i terribili atti commessi contro le minoranze, nello stesso modo in cui il governo partecipa alla commemorazione della storia della schiavitù olandese”, ha detto Sigrid Kaag durante un dibattito sulla questione.

Snel non ha parlato alla stampa e il governo olandese si riferisce ufficialmente alle uccisioni come “la questione del genocidio armeno”, piuttosto che “al genocidio”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli