Il Dutch Trade & Investment Board (DTIB) un ente para-statale, istituito con l’obiettivo di monitorare investimenti e andamento delle società con il brand “Paesi Bassi” chiede all’esecutivo di creare un “miglior clima per gli investimenti”. Secondo il DTIB, studenti, start-ups, imprenditori e lavoratori altamente qualificati dovrebbero essere incoraggiati a rimanere nei Paesi Bassi, scrive il Telegraaf.

Vista la concorrenza tra gli stati è fondamentale che l’Olanda rimanga competitiva attraverso un “generoso” sistema fiscale ha detto il presidente di DTIB Chris Buijink che guida l’associazione olandese che riunisce gli istituti bancari.

Il rapporto è stato presentato al sottosegretario dimissionario all’economia,  Lilianne Ploumen e al ministro Henk Kamp; secondo il documento, R&D (research & development centres) è il settore che potrebbe rendere il paese più attraente per gli investitori.

Inoltre, vengono richiesti più soldi per le partnership focalizzate sull’innovazione internazionale. Governo e “corporate world” -oltre al settore dell’istruzione- dovrebbero creare sinergie per puntare ai mercati emergenti.