Secondo la polizia di Winterswijk l’incendio scoppiato nel centro per richiedenti asilo potrebbe essere in realtà di origine dolosa. I residenti della struttura di Amstelstraat sono stati assistiti in loco a causa di problemi causati dall’inalazione del fumo. Nessuna vittima è stata ricoverata in ospedale.

I vigili del fuoco sono stati avvertiti dell’incendio attorno alle 3:30 di giovedì notte e grazie ad un pronto intervento, i pompieri sono riusciti a mettere in salvo diverse persone e a controllare le fiamme. Sebbene la prontezza del soccorso, al loro arrivo l’incendio era già divampato al punto da rendere inagibile il primo piano della struttura.

Un’indagine forense ha rivelato prove a sostegno della teoria che l’incendio sia  di origine dolosa. Alla luce di ciò, la polizia continuerà ad indagare sull’accaduto considerandolo come un caso di criminalità.

Le autorità hanno chiesto la collaborazione di chiunque abbia informazioni sull’incidente o abbia accesso alle riprese delle telecamere di sicurezza nella zona.

Amstelstraat è una piccola strada nella provincia del Gelderland, situata a meno di dieci chilometri dal confine tedesco. Nel sito web dell’Agenzia centrale olandese per l’accoglienza dei richiedenti asilo, il COA, si legge che la struttura ha spazio per circa 400 richiedenti asilo ed è gestita con l’aiuto di più di 40 volontari.