Il prezzo sul mercato europeo del gas stamattina è sceso sotto i 100 euro per megawattora, il livello più basso da oltre tre mesi. L’ultima volta è successo all’inizio di giugno, dice NOS.

Ad agosto il prezzo del gas ha toccato il record di quasi 350 euro. Secondo gli analisti, il calo iniziato in quel momento è dovuto al fatto che le scorte europee di gas sono garantite. E a causa del clima mite autunnale, c’è anche una minore domanda.

Il fatto che il prezzoabbia toccato i 100 euro non significa che il gas ritornerà a buon mercato: prima dell’impennata, iniziata nel 2021, per anni era inferiore a 30 euro per megawattora. Si tratta, in sostanza, di cinque/sei volte superiore rispetto ai decenni precedenti”, afferma l’esperta di energia Jilles van den Beukel a NOS che aggiunge come la media nei prossimi mesi, possa toccare i 150e.

L’analista spiega che il gas e il petrolio subiscono variazioni diverse: il primo più influenzato dal lungo periodo. Essent e Vattenfall, che insieme a Eneco hanno in mano più di tre quarti dei contratti energetici in Olanda, non osano ancora fare previsioni per le nuove tariffe di gennaio.