Le strutture ospedaliere hanno segnalato diversi casi di ustioni. Tutti sembrano collegati alle bombolette di “gas esilarante”, secondo le testimonianze degli emittenti di NOS.

Nelle ultime tre settimane, ben quattordici persone sono state ricoverate in ospedale con gravi ustioni da contatto con il ghiaccio. Le bombolette estremamente fredde, tenute tra le gambe per gonfiare i palloncini, ne sarebbero la causa.

L’ossido nitroso, o gas esilarante, altera la percezione del dolore rendendo gli utenti inconsapevoli delle ustioni. “Scoprono il giorno dopo di essere rimasti feriti, ha detto all’emittente il dottor Ymke Lucas dell’ospedale Maasstad di Rotterdam.

La causa dell’aumento dei pazienti ustionati è l’uso di contenitori più grandi per gonfiare i palloncini. Alcuni possono contenere fino a dieci litri di ossido di azoto, ha detto NOS.