La polizia nel porto di Groningen di Lauwersoog ha arrestato tre membri dell’organizzazione ambientalista Greenpeace per essersi avvicinati troppo ad una piattaforma a largo dell’isola di Schiermonnikoog, nel mare di Wadden.

I tre stavano prendendo parte a una protesta contro i test di perforazione per il gas, ma erano tornati sulla terraferma per mare grosso, ha detto l’emittente NOS.

La piattaforma, di proprietà di una società chiamata Hansa Hydrocarbons, si trova a circa 20 km nel Mare del Nord ed è stata occupata da alcuni manifestanti di Greenpeace giovedì. Anche le proteste si svolgono sull’isola stessa del mare di Wadden.

Il sindaco dell’isola Ineke van Gent, che si è unito ai manifestanti, ha detto all’emittente locale RTV Noord: “Dovremmo passare all’energia sostenibile. Non si può trivellare per il gas vicino a una riserva naturale vulnerabile.

“Il ministro degli affari economici Erik Wiebes ha detto oggi che i residenti non dovrebbero preoccuparsi per le trivellazioni di prova.  “In una giornata limpida, se osservi da vicino, puoi vedere un punto.” La società britannica Hansa Hydrocarbons sta cercando di stabilire se la riserva di gas nell’area è abbastanza grande da poterlo sfruttare commercialmente.