Ennesima aggressione sessuale in un bar nel quartiere studentesco di Gand, nelle Fiandre orientali. La polizia ha arrestato un sospetto, poi rilasciato a determinate condizioni.

Proprio ieri il comune di Gand aveva cercato la collaborazione della polizia, i servizi legati all’ospitalità e Meldet, l’organizzazione che raccoglie le denunce di violenza sessuale in città per affrontare l’emergenza.

Nell’incidente avvenuto ieri sera nel bar ‘t Kofschip a Overpoortstraat, una donna è stata palpeggiata. Un membro dello staff del bar ha notato l’accaduto e ha allertato la polizia, che ha arrestato un 26enne di Anzegem, nelle Fiandre occidentali mentre la vittima veniva assistita.

La polizia ha interrogato il sospetto e poi l’ha rilasciato a determinate condizioni. L’uomo, infatti, non potrà più entrare nella zona della movida studentesca, non potrà ubriacarsi e dovrà cercare un sostegno professionale. Le condizioni saranno in vigore per tre mesi. I procuratori controlleranno se le ha rispettate o meno.

I pm del tribunale di Gent stanno esaminando altri due casi di violenza sessuale nel quartiere studentesco. Finora, si ritiene che tutti e tre i casi non siano collegati.

CovePic@Pieter Morlion, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons