PvdA, GroenLinks e SP di Amsterdam hanno organizzato una manifestazione per protestare contro la presenza nelle assemblee di partiti  che loro ritengono razzisti, come il PVV e Forum for Democracy. 

La manifestazione si terrà il 18 marzo, tre giorni prima del voto delle amministrative. Il motto della protesta è “No razzisti nel consiglio”. Il Comitato organizzatore fa riferimento tra l’altro alla partecipazione del Forum for Democracy (FvD) alle amministrative di Amsterdam.

Oltre ai partiti di sinistra, parteciperanno anche gruppi extra istituzionali come i movimenti antifascisti, i socialisti internazionali e il Nuovo partito comunista. Negli ultimi giorni sono state mosse critiche alla partecipazione di partiti come PvdA, GroenLinks e SP perché la manifestazione, secondo alcuni, sarebbe solo una demonizzazione degli avversari. Secondo l’editorialista Jan Dijkgraaf, questo corteo sarebbe un incitamento all’odio contro la leader dell’FvD, Annabel Nanninga.

“Penso che le persone del Forum voor Democratie facciano dichiarazioni razziste, quindi penso di dover dire qualcosa a riguardo“, ha detto il capogruppo del Groenlinks Rutger Wassink ad AT5. Secondo Wassink la protesta in strada è un diritto.

Il leader del partito PvdA, Marjolein Moorman, ha dichiarato  in precedenza su Twitter di non essere contraria al diritto democratico del FvD di partecipare alle elezioni. Tuttavia, il suo partito rimane affiliato alla protesta “No razzisti nel consiglio”.

Nel frattempo, anche il Partito per gli Animali si è unito alla manifestazione. Parteciperanno anche Denk, Bij1, il Partito per gli Animali e il Partito Pirata.