The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MELTIN' POT NL

Friesland, residenti bloccano l’autostrada per fermare manifestanti anti-Zwarte Piet. Alle 12 l””intocht”

A Dokkum, però, il rapporto tra il comitato di protesta e il comune è stato -a differenza delle altre edizioni- cordiale: nessun divieto e supporto al diritto di manifestare

pic: video Robinson Project/FB

Come ogni anno è arrivato il momento dell'”intocht” di Sinterklaas e Zwarte Piet, ossia la festa di arrivo del ‘Babbo Natale’ della tradizione nordica che segna per i bambini l’inizio ufficiale delle festività natalizie. E come ogni anno, da qualche tempo a questa parte, è pronta anche la protesta delle organizzazioni antirazziste olandesi che vedono nella maschera dell’aiutante di Sinterklaas un retaggio del periodo coloniale e una forma di discriminazione verso le comunità nere autoctone.

Quest’anno la festa d’arrivo è a Dokkum, piccolo centro del Frisland, dove il sindaco ha autorizzato solo una manifestazione di protesta dell’organizzazione Zwarte Piet Niet, gruppo che da anni chiede di eliminare la controversa maschera.

Nel 2015, a Gouda, le proteste si conclusero con oltre 100 arresti tra i manifestanti e scontri tra locals e i gruppi di supporto giunti da tutta Olanda.

A Dokkum, però, il rapporto tra il comitato di protesta e il comune è stato -a differenza delle altre edizioni- cordiale: nessun divieto e supporto al diritto di manifestare.

 

Boicottaggi dai “locals”: autostrada bloccata

Ma gli autobus organizzati dai comitati antirazzisti hanno trovato lungo l’autostrada, nei pressi del piccolo centro di Dokkum, un blocco organizzato dai “Pro Zwarte Piet”: alcune automobili hanno bloccato il traffico per cercare di impedire il passaggio all’autobus, nella speranza di impedire al gruppo di raggiungere il paese in tempo per l’ “intocht”.

Da video postati dagli attivisti, si vedono le trattative tra i locals e le autorità che cercano di convincerli a rimuovere le automobili.