L’influenza aviaria è stata diagnosticata in un allevamento di pollame a Blija, nel Friesland e circa 177.000 polli  dell’azienda nel nord della Frisia sono stati abbattuti per impedire la diffusione del virus. Abbattuti a scopo precauzionale anche 45.000 polli da un’azienda a cento metri di distanza. Le società sono dello stesso proprietario, dice NOS.

Campioni sono stati prelevati da altre tre aziende entro un raggio di tre chilometri intorno a Blija per vedere se l’influenza aviaria è presente anche lì. In un raggio di 10 chilometri intorno all’azienda, vige il divieto di trasporto per volatili e uova per gli allevamenti avicoli. Dieci allevamenti di pollame ne sono interessati.

NVWA, l’Autorithy per la sicurezza alimentare sta indagando se dipendenti o visitatori dell’allevamento infetto di Blija sono entrati in contatto con altri allevamenti di pollame, riferisce Omrop Fryslân.

L’Europa è alle prese con la peggiore epidemia di influenza aviaria di sempre: il virus è attualmente diffuso in tutta Europa.

Nei Paesi Bassi, dalla fine di ottobre, è in vigore l’obbligo nazionale di gabbia e riparo per i volatili a causa dell’influenza. Questo regime è stato istituito dopo un focolaio in un allevamento di pollame biologico a Zeewolde.