Sea Watch in Olanda ha organizzato una marcia di protesta per chiedere al governo italiano di rilasciare Carola Rackete, capitano del Sea-Watch 3, agli arresti dalla scorsa domenica dopo aver violato il blocco imposto dalle autorità italiane.

“Né la Commissione UE né alcun governo europeo hanno portato a bordo la soluzione per lo sbarco dei 40 migranti su Sea-Watch 3.”, scrive l’organizzazione in un comunicato stampa.

“Alla fine è stato il capitano Carola Rackete che è stata disposta ad assumersi la responsabilità e che ha portato la gente in salvo: senza autorizzazione, è entrata nelle acque italiane e in seguito nel porto di Lampedusa, facendo valere i diritti delle persone salvate di essere sbarcate in un luogo sicuro.

Gli organizzatori chiedono che il governo italiano rilasci la capitana e consenta a Sea Watch 3 di tornare in mare, navigando sotto la bandiera olandese, per continuare il suo lavoro di salvataggio.