Fracking, il governo rassicura gli ambientalisti: lo shale gas è un capitolo chiuso

I Paesi Bassi non concederanno più licenze per le trivellazioni ha detto il ministro degli affari economici Erik Wiebes al parlamento.
“L’estrazione dello shale gas non è più un’opzione nei Paesi Bassi”, ha detto Wiebe aggiungendo come il capitolo sia da considerare chiuso.
Il precedente ministro Henk Kamp aveva introdotto una moratoria di cinque anni su queste trivellazioni che scade nel 2020. Shale gas è il gas naturale intrappolato in dense falde nel sottosuolo. 
Viene estratto utilizzando un processo controverso noto come fracking, che prevede la perforazione profonda della falda e il pompaggio di acqua miscelata con sabbia e prodotti chimici. Un certo numero di consigli locali, e persino gruppi di birrai come Heineken si sono opposti a questa tecnica nei Paesi Bassi perchè considerata particolarmente dannosa per l’ambiente.
La società energetica Cuadrilla, è in causa con lo Stato olandese per la moratoria essendo in possesso di due licenze rilasciate per sperimentare l’estrazione di shale gas.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli