L’informatrice Remkes spera in una svolta sei mesi dopo l’inizio della formazione, dice NOS, anche se la strada appare ancora lunga. Oggi a mezzogiorno, il leader del VVD Rutte, la leader del D66 Kaag, il leader del CDA Hoekstra e i loro vice arriveranno a De Zwaluwenberg, nei pressi di Hilversum, per parlare dell’ultima prospettiva rimasta in piedi: un gabinetto di minoranza.  

Le dimissioni delle due ministre sulla vicenda relativa ai ritorni dall’Afghanistan sono un ulteriore problema che mina alla base la credibilità dell’esecutivo in formazione (e di quello uscente). Secondo il giornalista di NOS Ron Fresen. “Stiamo osservando un governo in dissoluzione e partiti che non comunicano bene tra loro e non aderiscono ad accordi reciproci”.

Il leader del VVD Rutte ha anche affermato ieri che un nuovo governo deve essere formato rapidamente. “Dopo questo fine settimana nei boschi, dovrebbe esserci davvero una svolta e dovrebbe essere chiaro come procederanno i partiti”, ha detto Fresen.