The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

TERRORISM

Foreign fighters olandese-palestinese arrestato da milizie a Mosul. Dilemma per il consolato dei Paesi Bassi

Arresto confermato dala stampa olandese. Cosa ne sarà di lui?



Il marito di Lara H., la donna di Den Haag liberata dall’esercito curdo in Siria e arrestata al suo rientro in Olanda perchè sospettata di terrorismo, è stato fermato da milizie irachene fuori dalla città di Mosul, ha venerdi il quotidiano Trouw.

L’arresto di Ibrahim I, che ha doppio passaporto olandese e palestinese, è stata confermato da media iracheni; la sua identità sarebbe stata verificata dal giornalista locale Amer al-Wa’elly, dice il quotidiano di Amsterdam.

La famiglia di Ibrahim lo ha riconosciuto in un video diffuso dalla stampa irachena. L’uomo, 28 anni, era partito per la Siria alla fine del 2015 con sua moglie e i loro due figli. La donna, convertita all’islam, è è attualmente detenuta nella prigione di massima sicurezza di Vught in attesa che le indagini a suo carico giungano a termine.

Il giornalista iracheno ha detto a Trouw che il 28enne -dallo scorso anno nella lista dei foreign fighters europei- è stato arrestato dopo uno scontro tra IS e soldati sciiti. Secondo la testimonianza del media locale, l’uomo sarebbe stato ferito seriamente dai combattenti IS. Da allora non ha avuto alcun contatto con la sua famiglia, ma prima che Laura fuggisse, sarebbero stati in contatto costante.

La domanda, ora, è cosa ne sarà di lui: è cittadino olandese, come si comporterà il consolato?






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!