Un’indagine condotta da GGD Twente ha dimostrato che il focolaio di Coronavirus scoppiato al night club Aspen Valley, il 26 giugno, a Enschede, e sfociato nel contagio di 180 persone, può essere fatto risalire ad una singola persona. Quella notte, il contagio è stato amplificato da diversi fattori.  

“Ci sono prove del fatto che il contagio sia partito da  un’unica persona positiva al SARS-CoV-2 coronavirus presente quella sera ”, ha dichiarato il Dottor Sanne Mensink del GGD, scrive il portale Tubantia. Ai partecipanti era stato richiesto di mostrare all’ingresso la dichiarazione di vaccinazione o di un test Covid con risultato negativo. 

“Una persona infetta dal virus può contagiare decine, se non centinaia di persone”, ha detto Mensink  al portale del Gelderland. La variante contagiosa, persone che parlano e sono a contatto: tutto ciò si è rivelato un disastro sul piano della diffusione del virus.

La serata dov’è avvenuto il maxi contagio si è svolta il 26 giugno, il giorno in cui il governo ha rilassato alcune restrizioni. Il GGD ha affermato di aver collaborato con diversi interessati per attuare “un’approfondita ricerca sull’origine e sui vari contatti”, e un’ulteriore ricerca sulle circostanze della serata.