I clienti nei negozi non rispettano la distanza di 1,5 metri e ignorano le misure-corona. Ciò emerge da un sondaggio condotto dal sindacato FNV tra lo staff dei negozi. Degli 800 lavoratori intervistati, oltre il 90 percento afferma che i clienti si avvicinano troppo e non girano con un carrello, come al contrario sarebbe prescritto, scrive NOS.

Questo rappresenta un problema perchè la quantità di cestini e carrelli in uso, consente al negozio di verificare se è stato raggiunto il numero massimo di clienti consentito. I lavoratori dei negozi, lamentano reazioni aggressive da parte dei clienti “ripresi” per la questione delle distanze.

Un terzo dei dipendenti ritiene che il datore di lavoro non faccia abbastanza per preservare la sicruezza del posto di lavoro. FNV consiglia ai negozianti di assumere una guardia giurata che monitori la situazione e assuma più personale per igienizzare il locale e le superfici.