La Right Link BV, società proprietaria di ben 17 siti di incontri, rimborserà i clienti truffati da falsi profili sui suoi siti. L’ha annunciato l’autorità olandese per la protezione dei consumatori ACM. L’azienda avrebbe un budget di 9 milioni di euro per i rimborsi.

Molti degli utenti di uno dei siti della The Right Link tra il 1° luglio 2016 e il 17 aprile 2018  pensavano di parlare con una persona reale, ma stavano chattando, in realtà, con un “operatore di chat” dietro ad un profilo falso. Secondo ACM, gli operatori si assicuravano che i clienti chattassero il più a lungo possibile illudendoli di poter ottenere un appuntamento, ma questo non sarebbe mai successo. 

“Gli utenti sono stati sedotti con profili falsi. Sono stati indotti ad avere lunghissime conversazioni non con la persona di loro scelta, ma con un operatore di chat. Ed alla fine non si arrivava mai ad un appuntamento. Poiché gli utenti sono stati ingannati, è giusto che vengano rimborsati”. Questa la dichiarazione di Cateutje Hijmans van den Bergh, dell’ACM .

Secondo l’ACM, i siti coinvolti avrebbero deciso di porre fine alla pratica anche negli altri paesi europei dove la società è attiva. L’ACM, dal canto suo, terrà d’occhio i siti e ogni ulteriore violazione verrà multata.

I siti coinvolti sono:

  • bd4sex.nl
  • bedmaatjes.nl
  • datingprikbord.nl
  • discretecontacten.nl
  • echtemeisjes.nl
  • flirten.nl
  • flirtstout.nl
  • flrten.nl
  • lekkerenrijp.nl
  • lieverervaring.nl
  • matchprofielen.nl
  • matchwereld.nl
  • regiomatches.nl
  • sexdating.nl
  • sexflirtonline.nl
  • tinderdating.nl
  • whatsappsexflirten.nl

Hanno titolo al rimborso solo i clienti truffati nel periodo tra l’1 Luglio 2016 e il 17 Aprile 2018. Qui trovate più informazioni su come fare richiesta.