Tre navi con un carico tossico proveniente dalla Polonia non possono essere degassate nel Flevoland. Avevano navigato lì per conto e sotto la supervisione di Rijkswaterstaat ma il governo provinciale non ha concesso il permesso per vaporizzare i gas, dice NOS.

Le navi interne Coby, Imatra e Semper Spera sono bloccate da martedì scorso rispettivamente a Utrecht, Zwolle e Veghel

perché state scoperte concentrazioni troppo elevate di fosfina in una partita di grano proveniente dalla Polonia, che era stata trasferita alle navi da un treno a Oss. Il grano era in viaggio verso l’azienda di mangimi De Heus Voeders, dice NOS.

In una misurazione, sono state trovate da 300 a 400 particelle di fosfina per unità.

La fosfina è un composto di fosforo che viene aggiunto al carico per combattere i parassiti, ma è mortale già a basse concentrazioni. La sostanza è pericolosa a partire da una concentrazione di 0,5 parti per unità.

La nave è ancorata da una settimana ma non si vedono soluzioni all’orizzonte: ad Amsterdam non le voglioni e neanche a Nieuwegein.

I residenti erano preoccupati per le “navi avvelenate” e il niet ha fatto esultare molti; a quel punto dovevano salpare per IJsseloog, un’isola artificiale nel Ketelmeer a sud del Noordoostpolder. Loro si sarebbero presi il carico della discordia ma le cose sono andate diversamente: il governo provinciale ha negato l’autorizzazione.

In realtà, in molti si chiedono come sia possibile una concentrazione così alta di fosfina. E ora? Per il momento la chiatta rimane a Lelystad, ormeggiata. Cosa ne sarà è da vedere