Circa 73.000 uova olandesi sono state ritirate dai supermercati tedeschi dopo che ispezioni hanno rinvenuto tracce dell’antiparassitario fipronil.

Le uova sono state acquistate da una fattoria biologica olandese e vendute in supermercati tedeschi, scrive NOS. Il ministero dell’agricoltura tedesco ha affermato che non vi sono rischi per la salute pubblica.

L’anno scorso erano trovate uova olandesi contaminate  in 45 paesi. Il fipronil è un antiparassitario utilizzato negli allevamenti di pollame per distruggere pulci, zecche e pidocchi, ma è vietato dall’Unione europea in ambienti con prodotti destinati al consumo alimentare.

L’insetticida è stato rintracciato in una piccola azienda di pollame chiamata Chickfriend, i cui proprietari sono a processo per aver messo in pericolo la salute pubblica.

Due settimane fa un allevatore di pollame di Overijssel ha dovuto abbattere 3.000 polli e distruggere 45.000 uova che erano pronte per la distribuzione dopo che il fipronil è stato trovato nella sua fattoria.

A circa 100 aziende agricole è ancora interdetta la vendita al pubblico.