NL

NL

Fertilizzanti agricoli, associazioni propongono al governo il loro piano

Quattro organizzazioni di agricoltori hanno presentato una proposta propria per affrontare il problema dei rifiuti di fertilizzanti: nel loro piano, le organizzazioni propongono che ai produttori di latte sia consentito ridurre volontariamente il loro stock di bestiame in cambio di un compenso annuale, dice NOS. La proposta prevede, inoltre, di ridurre il tenore proteico nell’alimentazione delle mucche e di introdurre un’ulteriore detrazione dei diritti di fosfato scambiati al di fuori del nucleo familiare.

Sotto la proposta ci sono i nomi di LTO Nederland, il NAJK (Nederlands Agrarisch Jongeren Kontakt), la NZO (Nederlandse Zuivelorganisatie) e Biohuis/Natuurweide. Le organizzazioni presentano il loro piano alla vigilia di un dibattito parlamentare sui problemi legati ai rifiuti di fertilizzanti.

Questi problemi sono sorti quando è diventato chiaro che  l’eccezione olandese nella politica europea dei fertilizzanti giunge a conclusione. Di conseguenza, agli agricoltori è permesso distribuire molto meno fertilizzante rispetto al passato, creando un problema di smaltimento dei rifiuti che potrebbe crescere ulteriormente nei prossimi anni. Questo comporta costi estremamente elevati.

All’inizio di questo mese, il ministro dell’Agricoltura dimissionario Adema ha presentato i suoi piani  che includono una regolamentazione del riscatto: con questo piano, il ministro uscenteintende evitare una “sanatoria fredda” dell’allevamento, che, a suo parere, inevitabilmente porterà a una serie di “fallimenti di aziende fondamentalmente sane”.

In Parlamento, non sembra esserci una maggioranza, tuttavia: per i suoi piani: i partiti in fase di formazione (PVV, VVD, BBB e NSC) sono fortemente divisi su come affrontare la problematica dei fertilizzanti.

Le quattro organizzazioni agricole sperano di superare l’impasse con il loro cosiddetto ‘piano di crisi’. “La lettera sui fertilizzanti che il ministro Adema ha inviato al Parlamento all’inizio di questo mese, a nostro parere, offre prospettive insufficienti a breve termine”, scrive LTO – con 35.000 membri la più grande organizzazione agricola dei Paesi Bassi –  Le organizzazioni esortano i partiti del Parlamento ad accettare la loro proposta. “Sono misure dolorose, ma data la gravità della situazione, riteniamo che siano inevitabili”, scrivono gli autori.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli