BE

BE

Ferry sullo Schelde un grande successo: da 105.000 a 775.000 passeggeri l’anno in appena cinque anni

Paul Hermans, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il successo del ferry sullo Schelde è enorme e presto verranno aggiunti nuovi traghetti, più grandi per continuare a servire senza problemi i pendolari, dice NOS. Il colpo di partenza del vaporetto è stato dato a luglio 2017. Aqualiner, commissionato dall’Agenzia per i servizi marittimi e costieri (MDK) della regione fiamminga, ha iniziato a gestire il vaporetto tra Hemiksem e Lillo con fermate sia sulla riva sinistra che sulla riva destra della Schelda, dice VRT.

L’idea di utilizzare lo Schelde come alternativa sostenibile per spostarsi da e verso Anversa e il porto era venuta all’ex assessore al porto Marc Van Peel (CD&V): l’idea era quella di collegare tutto il comune tra la riva sinistra e quella destra come fosse una tangenziale fluviale, come alternativa al trasporto pubblico tradizionale.

I numeri parlano da soli, dice VRT. All’avvio nel luglio 2017, 105.000 persone hanno utilizzato il ferry in quei sei mesi. Nel 2018, il primo anno intero, quella cifra era già salita a 315.000, e quest’anno raggiungerà i 780.000 passeggeri. Il numero di utenti aumenta quindi ogni anno, ma con un piccolo calo nel 2020 a causa del Covid.

Il biglietto non è ancora compreso nell’abbonamento di De Lijn, nonostante lo chiedano sia il governo fiammingo che la città di Anversa. Ma per estendere le linee sarebbe necessario assumere altro personale.

Anversa si è ispirata a Rotterdam, dove esiste una rete molto solida di ferry. La frequenza attuale è di 30 minuti e rimarrà tale, almeno per ora.

SHARE

Altri articoli