I problemi di orario dovuti alla fitta agenda dureranno ancora per due mesi, fino al primo ottobre. Il gestore ferroviario ProRail lo conferma dopo che l’organizzazione dei passeggeri Rover ha segnalato questo. Nei giorni scorsi diversi collegamenti ferroviari sono stati interrotti per ore a causa della carenza di personale, dice NOS. Ad esempio, non ci sono stati sprinter tra Utrecht e Baarn   mercoledì e i treni intercity tra Amersfoort e Amsterdam e tra Utrecht e Almere sono stati cancellati.

La causa sarebbe la carenza di personale. La situazione è talmente precaria che i treni possono essere cancellati a causa di un dipendente in ferie. Secondo ProRail, dopo il 1° ottobre si prevedono meno problemi ma la questione strutturale rimane.

La carenza di personale, infatti, è un problema cronico e la compagnia fa ben poco per  evitare la cancellazione dei treni, dice. I controllori del traffico mostrano la massima flessibilità e vengono anche a lavorare nei giorni liberi, ma le persone devono poter andare in vacanza per il loro riposo”, ha detto  ProRail.

Con sessanta posizioni aperte, su una forza lavoro di 750 persone, questa situazione porta a profondi disagi, senza contare le assenze per malattia, incluso lo staff positivo al Covid.

Inoltre, la società potrebbe essere costretta a pagare sostanziosi risarcimenti ai passeggeri che sostengono costi aggiuntivi per il loro trasporto. ProRail ne sta discutendo sia con l’organizzazione dei passeggeri che con i vettori..