Anche Facebook ,seguendo l’esempio  Amazon e Bol.com, sarà più attenta ai temi che riguardano il razzismo. Infatti il colosso della Silicon Valley  nelle scorse ore ha rimosso molti gruppi e pagine che supportano il personaggio di Blackface Sinterklaas Zwarte Piet dalla sua piattaforma. Il social media aveva già vietato le immagini della blackface poche settimane fa.

Le pagine rimosse avevano decine di migliaia di follower. Tra queste ci sono ‘Zwarte Piet liefhebbers’ con oltre 52mila Mi piace, ‘Actiegroep Pro Zwarte Piet’ con 44.600, ‘Red Zwarte Piet’ con 30mila, ‘De Zwarte Piet fanclub’ con 10mila membri, e ‘ZWARTE PIEIT MOET BLIJVEN’ con 5,4 followers.

Per ora Facebook ha rimosso solamente alcune pagine, quelli con più seguito. Infatti esiste ancora un gruppo, “Pro Zwarte Piet” con 17.300 membri. Nonostante la pagina sia stato resa privata in modo che solo i membri possano vederne il contenuto, l’immagine profilo del gruppo mostra ancora una persona in blackface.

Il social ha vietato le immagini del controverso personaggio sulla sua piattaforma, ma queste devono essere segnalate prima che Facebook intervenga. Un portavoce ha dichiarato a NU.nl che eventualmente si potrebbe utilizzare l’intelligenza artificiale per risolvere questo problema. Ma si sta ancora cercando di capire come farlo. “Il pericolo è che rimuovendo troppo la libertà di espressione venga compromessa”.