Dall’introduzione del Green Pass nel settore della ristorazione alla fine di settembre, il fatturato delle transazioni elettroniche nei locali è calato del 20%, dice ING sulla base di un suo studio. Anche il prossimo anno, la ristorazione non si sarà completamente ripresa dall’impatto della pandemia, affermano i ricercatori della banca.

ING prevede una crescita tra il 25 e il 30% nel 2022, ma non sarà ancora sufficiente per raggiungere il livello di fine 2019. Inoltre, i ricercatori osservano che “la continua minaccia di misure restrittive incomberà ancora sul settore come una spada di Damocle”. La mancanza di un chiaro corso nelle misure significa che le aziende di catering non sanno dove si troveranno in futuro.

La banca nota che il giro d’affari delle carte di debito nei ristoranti e nei caffè è “molto resistente”: non appena vengono implementati i rilassamenti delle misure restrittive, questo dato sarà immediatamente evidente. Il grado di ripresa di ristoranti e bar dipende quindi dalla velocità con cui vengono annullate le misure restrittive.