Autore: 罗布泊 Source: Wikipedia License: Attribution 3.0 Unported

Secondo alcuni esperti, in Belgio la mobilità non è abbastanza considerata nella Fase 2 del lockdown. “Coloro che hanno elaborato la exit strategy non tengono conto delle implicazioni, nonostante gli avvertimenti” hanno sottolineato gli esperti. “Il primo ministro Sophie Wilmès ha persino chiesto che il trasporto pubblico venga ignorato e che l’auto venga utilizzata come alternativa”, hanno aggiunto.

Hanno inoltre fatto notare che gran parte del Belgio supera i valori raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per gli inquinanti nell’aria. “È difficile capire perché stiamo combattendo questa crisi sanitaria senza tenere conto di un altro problema di salute quale l’inquinamento. Studi recenti indicano che l’inquinamento atmosferico può essere un catalizzatore per la mortalità del coronavirus. Un riavvio spericolato in termini di mobilità può avere conseguenze importanti.”

Gli esperti suggeriscono due raccomandazioni. Innanzitutto bisogna prediligere il viaggio a piedi o in bicicletta, in quanto “promuove l’esercizio fisico e aiuta a frenare la diffusione del virus”.  Secondariamente, vanno indicate delle linee guida per permettere il distanziamento sociale sui trasporti pubblici.

“Molte decisioni che fanno parte della strategia di uscita hanno un impatto sul nostro ambiente di vita”, hanno detto. “Covid-19 sconvolge gli equilibri esistenti, facendo sì che le persone si comportino e si muovano in modo diverso. Questo cambio merita una soluzione rapida e decisa che eviti il caos e offra all’economia e alla società tutte le opportunità per ricominciare “, hanno concluso.