+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Fare e formare: si apre domani il laboratorio MAAK a Den Haag

Due giorni per discutere di consapevolezza, istruzione e teatro

di Giuseppe Menditto

Domani si apre a Den Haag la due giorni di Maak, manifestazione a cura di HNTeducatie che intreccia istruzione e teatro. Per l’occasione il National Theatre si trasformerà in un unico grande spazio in cui seicento persone tra insegnanti, politici, produttori, creatori teatrali e studenti da tutto il paese lavoreranno insieme. L’esperimento sarà guidato da quaranta specialisti provenienti dal mondo dell’istruzione e già coinvolti in un progetto pilota.

Nelle intenzioni degli organizzatori, Maak si propone di scavare, disturbare, sviluppare, sedurre, analizzare e attivare il proprio pubblico. Non si tratta di un evento né di una conferenza, quanto piuttosto un laboratorio che rivoluzioni l’approccio all’educazione.

“Per me la padronanza e la capacità di fare – osserva Muriël Besemer, responsabile per l’educazione – significano modellare se stessi, la propria vita e l’ambiente in cui si vive. I nostri partecipanti scelgono un argomento, conducono ricerche, discutono  e danno forma ai risultati. Essere padroni delle proprie azioni implica che si possano sviluppare i propri progetti – pensieri, opinioni o intuizioni – per dare senso e forma alla vita che si sceglie al di là dei condizionamenti politici, dei genitori o dei propri amici. MAAK si concentra su tutti coloro che lavorano nel campo dell’istruzione, dal portiere al preside”.

L’idea che ci sia una libertà di pensiero e di azione – continua ancora Besemer –  merita un posto nel mondo dell’istruzione che è invece soggetta principalmente al primato della conoscenza. Dal punto di vista di chi crea conoscenza, questa viene vissuta, diventa più intima e acquista un valore maggiore rispetto alla passività di un sapere che ci è stato instillato casualmente. Proprio perché credo sia necessario poter fare un’esperienza prima ancora di giudicarla, spero che al MAAK intervengano persone con competenze e gradi di istruzione differenti”

Il programma in dettaglio

Martedì 9 ottobre i partecipanti inizieranno a lavorare in gruppo sul tema “lettere e numeri”, la base del sistema educativo. Ricercare, confrontarsi e modellare sono le parole chiave dell’incontro. I risultati della ricerca verranno presentati e condivisi col pubblico dalle 19.30 in poi. Presentazioni, allestimenti e condivisioni di esperienze avranno luogo in differenti spazi del teatro. Per esempio una scena teatrale, un’installazione, una carta da parati o semplicemente un oggetto. Il pubblico presente sarà chiamato a scegliersi attivamente il proprio percorso e a trasformarsi in una parte attiva a sua volta, formando un flusso di opinioni che compariranno su monitor.

Mercoledì 10 ottobre inizia con la performance Socrates di Het Zuidelijk Toneel, performance sul potere, l’importanza del “non sapere” e l’interrogarsi criticamente. Poi si rifletterà sulle esperienze del giorno precedente, sulla pratica educativa quotidiana e sul valore che le nostre azioni esercitano nell’ambito della formazione.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!