The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Famiglia segregata per 9 anni, padre sottoposto a perizia psichiatrica



Gli avvocati di Gerrit-Jan van D stanno preparando un piano per il suo rilascio. A ottobre dell’anno scorso, l’uomo è stato arrestato per abusi sessuali sui suoi figli, che teneva rinchiusi in una fattoria isolata a Drenthe. Van D., 67 anni, è stato portato all’ospedale psichiatrico di Scheveningen, dopo l’arresto nella sua casa a Ruinerwold.

A lanciare l’allarme fu uno dei sei figli. Il ragazzo riuscì a fuggire in un bar vicino e raccontò degli abusi durati nove anni. Van D. gestiva la famiglia come una comunità religiosa e credeva che i suoi figli fossero “spiriti maligni”, ha dichiarato il Pubblico ministero in un’udienza di gennaio. Per punirli si rifiutava di dargli da mangiare o li metteva in isolamento. A volte li colpiva con bastoni o li costringeva a sedersi in una vasca con acqua ghiacciata fino a perdere i sensi. Molti dei dettagli sono contenuti nei diari di Van D. che la polizia ha sequestrato durante le indagini. In totale, nove bambini vivevano con Van D. e il suo correo Josef B., un tuttofare austriaco di 59 anni che affittò la casa per conto della famiglia. Tre dei giovani – ormai cresciuti – hanno lasciato la fattoria al momento dell’arresto di Van D.

Nell’ultima udienza, B. ha negato la natura criminale delle sue azioni, riporta AD. “Che crimine c’è nel credere in Dio? La mia coscienza è pulita e non ho negato la libertà a nessuno”, ha detto. La famiglia aveva precedentemente vissuto a Zwartsluis, Hasselt, Staphorst e Meppel. Van D. si guadagnava da vivere realizzando giocattoli e mobili in legno che vendeva in un negozio locale o tramite Facebook.  La seconda udienza ad Assen si è tenuta tramite Skype per via delle restrizioni anti coronavirus. Van D. a causa di un ictus non è più in grado di parlare; bisognerà valuterà se l’imputato è mentalmente e fisicamente idoneo ad essere processato. L’avvocato Yehudi Moszkowicz ha dichiarato a RTV Oost che la difesa avrebbe chiesto alla corte di rilasciare Van D. dalla custodia, mentre il suo caso viene valutato.

Adesso, anche le dichiarazioni di una vittima, il 69enne austriaco che viveva con la famiglia a Meppel, sono a favore di Van D. e di B.  Secondo il diario, i due abusavano dell’uomo ma lui e il figlio hanno negato tutto alla polizia austriaca. Van D. è anche accusato di riciclaggio di denaro sporco dopo che nella fattoria sono stati trovati € 97.000 in contanti. Moszkowicz ha dicharato che i soldi sono stati legittimamente guadagnati dalla vendita di mobili in Austria. “I pagamenti regolari sono stati effettuati su un conto bancario olandese e prelevati qui dal mio cliente”, ha detto.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!