The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MILIEU

Fair International Cultural Cooperation – Climate Change: l’Olanda che pensa al clima attraverso la cultura.



Animata dal desiderio di unire chi lavora in ambito artistico e culturale e vuole affermarsi oltre i confini olandesi, l’organizzazione per la cooperazione culturale internazionale DutchCulture ha programmato un incontro ad Amsterdam dal 4 al 6 Dicembre 2019.

L’incontro, Fair International Cultural Cooperation – Climate Change, è rivolto a tutti coloro che lavorano in ambito artistico-culturale, dagli intellettuali ai critici, dai politici ai finanziatori, dagli scienziati agli artisti. L’approccio sarà, dunque, assolutamente interdisciplinare e finalizzato all’organizzazione della cooperazione culturale internazionale nel tentativo di renderla giusta e sostenibile contro il cambiamento climatico.

La questione principalmente discussa sarà quella legata al viaggio, inteso come una condizione materiale delle arti imprescindibile a livello internazionale. Infatti, opere d’arte, artisti, intermediari e visitatori sono sempre in movimento e, su ampia scala, ciò influisce sul cambiamento climatico, quantomeno relativamente all’emissione di CO2. Le attività culturali di qualsiasi tipo non possono non farsi carico del problema, pur sapendo che sarebbe inverosimile porre uno stop all’arte e allo spostamento delle persone.

Pertanto, si tratta non soltanto di discutere dell’impatto ambientale della cooperazione culturale internazionale, ma anche dell’impatto sociale delle arti e di come possono contribuire nella risoluzione degli attuali problemi ecologici.

Nelle due sessioni previste dall’incontro di DutchCulture verranno presi in considerazione sia gli aspetti etici sia gli aspetti pratici legati alla questione.

Ragionare in modo serio e approfondito sul problema del cambiamento climatico non può prescindere dal riadattamento degli obiettivi, delle strutture e delle priorità degli scambi culturali poiché è ormai chiaro che, per quanto attuabili, i piani di sviluppo internazionale spesso si scontrano con le pratiche reali di vita finendo per non essere giusti.

L’incontro vorrebbe, quindi, portare ad un rafforzamento delle conoscenze in materia e ad una identificazione delle possibilità d’azione trasformabili in politiche culturali e in collaborazioni a lungo termine che possano dirsi giuste ed ecologicamente sostenibili.

DutchCulture aveva già proposto un’iniziativa simile nel 2018; per saperne di più è possibile leggere il report presente sul sito.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!