Facebook sta cambiando policy: meno notizie e post dai Gruppi, più dai profili privati. Stando a quanto affermato dallo stesso Mark Zuckerberg dal suo profilo “di recente la nostra community ci ha informato del fatto che i contenuti pubblici, da aziende, brand e media, stiano surclassando quelli privati” 

Per ovviare a quella che il creatore del più famoso social del mondo ritiene una deviazione dal progetto originale di Facebook, Zuckerberg annuncia che i nuovi algoritmi preferiranno interazioni sociali tra profili privati a contenuti provenienti dalle pagine.

Per farla breve: meno notizie e contenuti generali, più gattini, foto delle vacanze e status privati su massimi sistemi.

La nuova mossa di Facebook è probabilmente una risposta dell’azienda alla crescente pressione sul social per ciò che riguarda le “fake news” e i click bait.

Risolverà il problema riportando Facebook alla “purezza originale”? Difficile da credere. Secondo il New York Times l’unico risultato sarà quello di polarizzare di più lo spettro politico perchè un utente sarà, in via primaria, esposto principalmente ai post amici e contatti.

Se volete continuare a leggere 31mag, insomma, consultate il nostro profilo con regolarità.