Ex tesoriere FvD cacciato per appropriazione indebita: tutti hanno attinto alle casse del partito. Sovranisti nel caos

Uno dei fondatori del partito sovranista Forum voor Democratie (FvD), Henk Otten, ha accusato la formazione -che lo ha cacciato appena eletto senatore- di aver erogato pagamenti “molto sostanziosi” ai vertici senza rendicontazione. Il riferimento, neanche tanto velato, è al leader Thierry Baudet.

Il senatore e l’ex tesoriere del partito sono stati espulsi la scorsa settimana per presunti pagamenti non autorizzati a colleghi e addirittura all’amante di Otten.

Il 52enne Otten ha co-fondato FvD con Thierry Baudet ed è stato tra i primi ad aver coordinato la raccolta fondi del partito. Ma le relazioni tra i due sono andate in pezzi dopo che l’uomo ha criticato in un’intervista il leader.

 

Da allora il FvD ha affermato che Otten ha rilasciato l’intervista per distogliere l’attenzione dalla questione finanziaria. Il partito ha dichiarato la scorsa settimana di aver espulso Otten in relazione a irregolarità , tra cui un pagamento di € 30.000 a se stesso, € 145.000 all’ex membro dell’assemblea provinciale Robert Baljeu e € 10.000 alla sua compagna.

Baudet ha detto di aver preso provvedimenti quando ha scoperto che il saldo bancario del partito si era ridotto a poche centinaia di euro, dato che Otten avrebbe reso inaccessibile la situazione contabile.

In una sequenza temporale pubblicata sul suo sito Web, FvD affermava che il senatore si era pagato un bonus annuale di € 5.000 e aveva prelevato contanti da una cassetta di sicurezza dove venivano depositati i proventi delle iniziative del partito.

 

 

“Come amico e membro del comitato direttivo ci siamo fidati di lui [Otten] al 100% e gli abbiamo dato tutta la libertà di svolgere il suo ruolo di tesoriere alle sue condizioni”, ha affermato Paul Cliteur, capogruppo dei senatori di FvD .

Otten ha risposto con una lettera, pubblicata su Twitter, in cui affermava che FvD aveva elargito “somme molto consistenti” dalle casse del partito a membri di spicco tra cui senatori, membri della camera bassa e membri del Parlamento europeo.

Il partito ha attualmente due parlamentari, tre eurodeputati e 11 senatori. “Nell’interesse della trasparenza che i presidenti di partito provinciali e comunali hanno richiesto, chiedo ai dirigenti del partito di pubblicare, quanto prima possibile, una rendicontazione dettagliata di TUTTI i pagamenti effettuati dai conti del partito”, ha scritto.

Otten ha anche rimproverato il leader della FvD Thierry Baudet e il segretario Rob Rooken per non aver confermato la sua espulsione per iscritto, come richiesto dalle regole del partito. Benchè non sia più membro del partito, Otten ha affermato che manterrà il suo seggio al senato, riducendo la rappresentanza di FvD a 11.

SHARE

Altri articoli