Le Nazioni Unite hanno incaricato l’ex maggiore dell’esercito olandese in pensione, Patrick Cammaert, di guidare la commissione di inchiesta istituita dall’ONU per indagare sulle violenze perpetrate a luglio a Juba capitale del Sud Sudan e la risposta della missione di peacekeeping sul posto (UNMISS).

Ban ki Moon ha deciso di istruire un’indagine indipendente, dopo la denuncia di stupri e violenze perpetrati da milizie locali; secondo testimoni e vittime, i militari del contingente ONU non avrebbero fatto abbastanza per prevenirli. Alcuni di questi episodi, si sarebbero verificati proprio nelle vicinanze della UN House Protecion of Civilians (PoC).

La commissione avrà il compito di valutare se gli interventi dei caschi blu, sono stati adeguati alle circostanze e se abbiano protetto adeguatamente i civili. I risultati dell’indagine verranno resi noti tra un mese.

Secondo Zeid Ra’ad Al Hussein, alto commissario ONU per i diritti umani, un’indagine preliminare sugli eventi avrebbe ipotizzato la responsabilità di truppe governative.