Dopo una consultazione con il Ministero della salute e degli affari economici, i principali festival sono seriamente preoccupati per la possibilità che l’annunciata (e poi cancellata) riapertura di fatto non avvenga, dice NOS.

Anche le persone vaccinate possono trasmettere il virus e alcuni esperti ritengono che tutti dovrebbero essere sottoposti a test per l’ingresso, comprese le persone completamente vaccinate. Ma la domanda è se sia fattibile.

Martedì gli organizzatori del settore degli eventi hanno avuto un incontro informale con esperti medici e funzionari del Ministero della salute; in esso, è stato detto loro che, sulla base dei risultati sulla variante delta, potrebbero essere necessarie misure più severe.

Se la riapertura fosse basata su test della durata di 24h a tutti i partecipanti, gli eventi di più giorni sarebbero a rischio: “Ciò significherebbe che a Mysteryland, uno dei nostri più grandi festival, dovremmo testare 25.000 persone che soggiornano al campeggio ogni giorno”, afferma Janmaat. “Questo è logisticamente intenso”, dice una portavoce di ID&T.

Il governo ha precedentemente indicato che fornirà maggiore chiarezza il 13 agosto. Ciò è  irrealizzabile per gli organizzatori. L’industria ha chiesto al governo di fornire chiarezza, preferibilmente questa settimana.