La vaccinazione sarà un’alternativa al test di accesso dal 23 giugno e la prova potrà essere esibita tramite l’app CoronaCheck, ha detto il ministro uscente De Jonge alla Kamer.

Da quel giorno in poi, l’app dovrà essere adatta a generare certificati di vaccinazione per l’ingresso a un festival o a una partita di calcio, ad esempio, dove già è necessario un test negativo, anche a chi è stato vaccinato, dice NOS.

Per garantire la privacy, chi controllerà l’app potrà vedere solo la data di nascita e le iniziali della persona interessata, non se qualcuno è stato vaccinato, testato oppure se è guarito dal Covid. Un codice QR alla fine consentirà l’accesso.

Una settimana dopo, a partire dal 1° luglio, l’app dovrebbe poter essere utilizzata anche per i viaggi all’estero, ma De Jonge ha spiegato che l’UE non ha ancora preso una decisione comune, dice NOS.

“Ci sforziamo per la massima armonizzazione possibile, ma non escludo la possibilità che alla fine dovremo concludere accordi bilaterali con alcuni paesi dell’UE”, ha affermato De Jonge.

Validità subito o dopo 14gg? Ancora non c’è unanimità. Alcuni passi vorrebbero il pass operativo da subito, altri vorrebbero solo 14 giorni dopo.

L’Olanda sta cercando di far cambiare anche i parametri per il riconoscimento di “paese con bollino verde”, alzando la soglia (per inciso: NL ha ancora tra i tassi di contagio più alti nell’UE).

C’è anche una differenza di opinione tra i paesi dell’UE sul periodo di validità dei test Covid: alcuni richiedono un test PCR che non abbia più di 48 ore, ma ciò significherebbe che i turisti notturni che viaggiano nell’Europa meridionale dovrebbero eseguire un test durante il viaggio. I test PCR dovrebbero essere validi per 72 ore, i test rapidi per 48 ore, è la richiesta del governo dei Paesi Bassi.

Inoltre, l’Olanda vuole che i bambini di età inferiore ai 12 anni siano esentati dall’obbligo del test. Secondo l’attuale proposta, solo i bambini sotto i 6 anni non sono tenuti a sottoporsi al test.

Martedì prossimo, i ministri dell’UE si incontreranno nel Lussemburgo per adottare il regolamento sul certificato Covid digitale. Il parlamento olandese deve quindi approvare un emendamento alla legge prima che il regime possa entrare in vigore il 1° luglio.