Quasi 60.000 biglietti per eventi e spettacoli, parte del mese di sperimentazione per gli eventi covid-free, non sono stati venduti. Secondo quanto detto dagli organizzatori del programma “testen voor toegang”, riportato dall’emittente NOS. 

Alla fine erano disponibili circa 200.000 biglietti, al contrario dei 220.000 previsti inizialmente. Due festival da 10.000 partecipanti ciascuno, infatti, sono stati cancellati a causa di pressioni da parte dell’opinione pubblica.

Secondo gli organizzatori il mese di sperimentazione è stato un successo, ma ci sono ancora sentimenti contrastanti riferisce NOS. Sebbene sia stato piacevole accogliere nuovamente ospiti, “abbiamo visto che la disponibilità ad essere testati – in particolare tra il nostro target, ossia le famiglie – è così bassa che questa non rappresenta una soluzione per noi” ha riportato un portavoce di Hellendoorn, il parco tematico. Anche il parco a tema Efteling aveva deciso di non partecipare più al programma a causa della scarsa vendita dei biglietti.

140.000 persone, tutti rigorosamente testati con risultato negativo, hanno potuto partecipare a uno degli oltre 460 eventi. 300 persone, quindi appena l’0,2%, non sono state ammesse perché risultate positive.

Lead Healthcare, che ha effettuato i test per conto degli organizzatori, ha detto che gli esperimenti sono andati bene. Tuttavia, c’è una fetta della popolazione che non vede la necessità di sottoporsi al test, ritenendo che non ne valga la pena.

Per quanto riguarda i musei invece, un portavoce dell’associazione dei musei olandesi, Museum vereniging, ha affermato che questo sembrerebbe particolarmente vero per il suo pubblico. Infatti su 37.000 biglietti sono stati venduti solo 16.000. L’associazione sta ora lavorando ad un nuovo piano per consentire alle persone di visitare i musei senza necessariamente farsi testare.

Anche gli zoo e i parchi di divertimento vorrebbero optare per un’altra strategia, basandosi su prenotazioni e numeri limitati, dice NOS. Dall’altra parte i casinò e la federazione calcistica olandese ha affermato che per loro il mese è stato un successo.

I test per gli eventi sono stati tutti coperti dal governo, ma secondo i ministri dovrebbe esserci una tassa di 7,50 € per un test, a partire da luglio. Una ricerca della trasmissione televisiva, Hart van Nederland, ha però suggerito che il 75% delle persone è contrario all’introduzione di un supplemento per visitare un museo e/o un concerto. I 25 capi della sicurezza regionale discuteranno dei risultati lunedì sera.