The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Eventi ad Amsterdam e dintorni dal 16 al 31 dicembre. Una guida policefala

Dal tango alle energie non rinnovabili, dallo swing etiope ai veglioni più improbabili, mangiando un panzerotto con Gollum



di S.G, E.P., G.M.

Dicembre: i cervelli in fuga assecondano le richieste dei corpi mai partiti, si indebitano e tutti insieme si trovano al gate D666 di Schiphol – quello più vicino a Rotterdam – con carte d’identità strappate e trolley vuoti. Non avendo scovato eventi speciali da celebrare nei nostri amati scali, qualcosa tipo techno queer lap dance o illegal water party al controllo sicurezza, ecco quel che offre la città XXX a chi resta, torna o se ne va disgustato. 

Soltanto dal 16 al 31 dicembre. Soltanto ad Amsterdam e dintorni.

Dom 16: Zuppe dada per Natali punk

Al Filhuis Cavia Crawling through the Wreckage: 21st Century Avant Garde Experimental Film. Una serata di animazioni dadaiste e surreali cortometraggi lowcost punk and lgbtg+

All’AdM Xmas Market: in attesa del regalo di Natale, avrete la possibilità di entrare all’ADM e uscirne con un tesoro…

Sounds like Soup al De Groene Gemeenschap: zuppe calde e musica dal vivo. O il contrario.

Lun 17: Decostruire la whiteness a ritmo di tango

Al De Niuwe Liefde ZWART #2 Coming of Age: il talk show letterario ZWART invita scrittori, liberi  pensatori e lettori a parlare di colonialismo, panafricanismo e appropriazione culturale. Perchè anche il giovane Holden è un californiano bianco e privilegiato affetto dalla sindrome di Peter Pan!

Al Teatro Munganga esibizione della Tango Orkest Amsterdam: Scent of Buenos Aires a meno due.

Mart 18: Rifare letti sporchi di carbone

Al NieuwLand ultime pagine per la Fossil Capital Reading Group: una discussione e lettura pubblica del libro di Andreas Malm a proposito di cambiamento climatico, capitalismo e materie fossili. Prossimamente nelle calze di tutti, che siate stati buoni o meno…

Cinema of the Dam’d presenta La Camarista di Lila Avilés per il ciclo Women’s Work: ispirato alle fotografie di Sophie Calles, il film presenta una visione intima ed empatica di ciò che serve per lavorare in un mondo in cui non ci sono scorciatoie.

Merc 19: Cantare fuori dal coro

Ancora al NieuwLAnd coro per donne queer e Non-Binary People: non un karaoke ma nemmeno un coro di voci bianche. Have fun!

Giov 20: AAA Cercasi: Presenze fatate, neuroni dispersi e registi scomparsi 

Serata d’inaugurazione per le visite ‘by night’ all’Hortus Botanicus di Amsterdam: tra passeggiate romantiche e luci soffuse, munitevi di giacca, erbario e occhiali: possibili avvistamenti di elfi e folletti. 

Per i più nostalgici, ACU ad Utrecht organizza Old School Techno Acid!, una serata all’insegna della musica techno per ricordare i bei tempi (e neuroni) andati prima di essere rapiti dalla vera saudade natalizia. 

Al LAB 111 verrà proiettato The Dreamers di Bernardo Bertolucci,  piccolo tributo al grande regista da poco scomparso.  

Ven 21: dubbi amletici e panacea in brodo

Mentre l’Het Levend Museum apre eccezionalmente  le sue porte per mostrare ai più curiosi la propria collezione di opere d’arte viventi – in un mix di musica performance e moda -, ad Utrecht la mostra A World Without Us  di Impakt riflette sulla possibilità di un mondo senza esseri umani. 

All’avvicinarsi della fine dell’anno, è normale che l’amletico “essere o non essere” si palesi per inquietare lo spirito umano. Ma niente panico, ci si può sempre redimere con qualche porzione di zuppa alla classica storytelling night del Mezrab.

Sab 22: La compagnia del panzerotto queer 

Ore 11, via alla The Lord of the Rings Marathon organizzata dal The Red Lounge Carpet di Leiden. 810 minuti non stop in compagnia di Frodo e i suoi compari: la caccia all’anello è aperta.

Sapori di puglia al Panzerotto’s day organizzato da De Plank Amsterdam. Delicatessen di rosticceria italiana per chi volesse prendersi una pausa dalle abbuffate di oliebollen.

Al Vrankrijk serata queer e fundraising con Supernature e SEHAQ, Queer refugees group: come celebrare la diversità a colpi di funk glitterato.

Dom 23: “Wendy, sono a casa, amore. Apri… sono la mucca colorata”

 All’IJ-Kantine di NDSM aperitivo musicale con la band gipsy Pigalle44. Immerso in una jam di chitarre e violoncelli, l’accompagnamento birra – bitterballen  non sarà mai stato così buono. 

Anti-vigilia alternativa al Filmtheatre de Uitkijk, serata ideale per i cultori del classico con la proiezione di The Shining.  

A sconfiggere incubi o brutti pensieri, ci pensa la notte d’arte al Podium Mozaïek. Artiste provenienti dal collettivo ArtNight forniranno ai presenti tutti i materiali e i consigli necessari per realizzare la propria opera d’arte: una bellissima mucca colorata. 

Lun 24: Alternative Santa 

Per la Vigilia, De Nieuwe Anita organizza un’edizione speciale del suo Cinemanita, cena natalizia accompagnato da film natalizio.

The Irrational Library, accogliente negozio dell’usato ma anche barbiere e centro culturale, organizza al Patronaat di Haarlem il suo musicale Christmas Crapshoot.  Metallari, punk, rockabilly e cantanti natalizi tutti sullo stesso palco. 

Mar 25: Corso di scrittura per letterine

Paper Fetish con il suo Creative Writing Circle vi offre l’occasione di affrontare l’intero processo di scrittura creativa in una sola serata. In un paio d’ore, ideate, scrivete e declamate il vostro pezzo. Ottima occasione per sfogarsi di tutti i gossip e le pressioni culinarie accumulati durante il pranzo di natale. 

Merc 26: Mariachi e Horror-comedy

All’Oostblok arricciatevi i baffi sulle note di Merry Moustacho: una pièce teatrale comico-surreale in cui un gruppo di mariachi si impegna a dare lezioni di corteggiamento a una coppia di mormoni. American Gothic e Speedy Gonzales su un unico palco.

Vi hanno spaventato durante l’infanzia? Riaffrontate le vostre paure al LAB11: alle 21.30 si proiettano i “Gremlins”. Gli effetti speciali anni ’80 non sono mai sembrati così naive, un ottimo modo per riparare il trauma di un horror comedy spielberghiana.


Giov 27: Sister Act ad Addis Abeba

Al Mezrab il Club Amsterdam Klezmer presenta Op naar Ethiopië:“Non tutti sanno che…” negli anni ’70 la capitale etiope Addis Ababa era nota come “Swinging Addis”. Per mantenerne la fama il Mezrab ospita una serata interamente etiope: Minyeshu Kifle Tedla e Osama Meeligi (Sudan) alle percussioni, Gil Lopez (Naked Ears) alla chitarra ed altri artisti scuoteranno le pareti del locale con il loro groove funk-soul tutto africano.

“Natale” da sempre rima con “gospel”. Al DeLaMar Theater il Soweto Gospel Choir, uno dei migliori cori gospel al mondo,  è pronto a trasportare il pubblico sulle note dei tipici canti della tradizione afro-americana. Hallelujah!

Ven 28: concertino sull’Orient Express

Da Atene ad Anversa, il Red Carpet Lounge di Leiden presenta Train Travellers: la première del documentario girato dagli stessi protagonisti dell’avventura transfrontaliera. Panorami mozzafiato e canoniche avventure tragicomiche che accompagnano i viaggi on the road.

Puntuale come un tram olandese, torna la Q’s Best: l’annuale competizione tra band ospitata dal Q-Factory. Bad Penny, Dead Trail, Impulse, Stupid Bloody Tuesday, e soap si sfideranno a colpi di punk, metal, elettronica e indie. A Natale siamo tutti più funky.

Sab 29: Swing malaticcio

Al Nieuwe Anita i Possum Belly Overalls promettono di “farvi saltare i calzini natalizi a suon di swing”. Preparate le Birkenstock.

Anticorpi al Bitterzoet. “The Illest” porta in scena il meglio della scena Hip-Hop/R&B e della UK garage. Tutti i classici degli anni ’90 fino ad arrivare ad oggi, nessun purista rimarrà deluso.

Dom 30: feticisti della carta e arti visive

Al Paper Fetish si organizza Swap Till You Drop, lotta all’obsolescenza a suon di baratto. Un contrabbando legale di libri e vestiti: quando quell’edizione di “Piccole Donne” vi salva dall’imbarazzante maglione “della zia”.

Al Beurs van Berlage fino al 30 dicembre va in mostra This Art Fair. 120 artisti, tra esordienti e nomi più noti dimostrano la complessità delle arti visive: dalla pittura alla performance, passando da video alla fotografia.

Lun 31: Ma tu cosa fai per l’Ultimo?

Sorprendete i conoscenti alla domanda “dove sei per Capodanno?” partecipando alla serata organizzata da Audio Obscura. Artisti e musica in un plesso abbandonato nel sud della Capitale.

“Srećna nova godina!”, da Sanders il veglione è tutto balcanico. Cevapi, musica e Jelen Pivo assicurati.

Al De Nieuwe Anita finale d’anno con fizzy fudge dance party!. New years at aAnita… no entrance fee, but full=full …






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!