+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Eventi ad Amsterdam e dintorni dal 16 al 28 febbraio. Una guida ubiqua.

Dalla resistenza botanica di Berlino alla serata "No Guys Allowed" passando per l'apocalisse di Lars von Trier ballando samba



di G. Anfang, S. Einde e E. Sblisga

Capita talvolta di trovarsi dislocati, investiti dal dono dell’ubiquità, tramortiti dall’obliquità. Amsterdam, Berlino, la Bassa. L’oblio ci riporta in asse. Paghiamo il nostro obolo per spiare da un oblò. Sulle superfici piane i corpi scivolano per deficienza di attrito. Atterriti dall’assenza di paura, quello che ci resta è pura libertà sottovuoto. Atterrati in condizioni favorevoli da voli pindarici, pedaliamo giornate assolate sorridendo e affiniamo proiezioni di serate alla nostra creatività.

Eventi ad Amsterdam e dintorni più o meno improbabili dal 16 al 28 febbraio. Non trascurateli, alcuni parlano chiaro, altri necessitano interrogatori.

Sab 16: Hamburger di clausura

All’OT301 per la rassegna Millenial Trash proiezione di Good Burger (USA, 1997, 95): tra salse segrete e tedio adolescenziale, la transustanziazione cinematografica del pane e della carne comica “All That” di Nickelodeon.

Al Filmhuis Cavia il capolavoro del cinema erotico Interno di un convento/Behind Convent di Walerian Borowczyk (Italia, 1978, 95, Eng Subs): liberamente ispirato alle Promenades romanes di Stendhal, il film esplora i meandri del vizio in compagnia di “viziose” sorelle, una badessa bacchettona e un prete zelante.

Dom 17: Technoviuuulenza

All’OCCII corso di Anti-authoritarian kickboxing/mma: invece di poltrire a letto, venite a gonfiare il patriarcato omofobo. Indossate vestiti comodi, non sarà un brunch di gala.

Al Thuishaven djset con Seth Troxler 5hrs. Line up: Muallem, Sedef Adasi, Molly, Titia, Carlos Valdes e David Cornelissen. Situato nella periferia occidentale di Amsterdam, il Thuishaven non è un club ma un luogo di di surreale decompressione circondato da relitti industriali e rottami metallici. 

Lun 18: Melanconiche apocalissi

Al Rode Hoed si discute sui possibili sviluppi dello jihadismo nei Paesi Bassi con Argan e l’incontro Kalifaatkinderen #1: Ouders aan het woord.

Al LAb111 per la rassegna dedicata a Lars von Trier proiezione di Melancholia (Danimarca, Germania, Francia, Svezia, Italia 2011, 131): il rapporto conflittuale tra due sorelle molto diverse tra loro, mentre la Terra è in rotta di collisione il pianeta Melancholia.

Mart 19:  Io odio i nazisti della Pomerania

A Het Ketelhuis il documentario Wildes Herz, la storia di uno dei più famosi gruppi punk rock tedeschi, e del loro cantante, Jan “Monchi” Gorkow.  Messi sotto sorveglianza dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (!) per la loro attività anti-fascista, la band rivendica di essere la più pericolosa del Meclemburgo-Pomerania occidentale

Merc 20: Spettri contemporanei e vampiri antirazzisti

Al Pakhuis de Zwijnger, Queertopia: una conferenza gender-fluid. Come combattere lo spettro del genere? Qual è la sfida che il queer lancia alla prigionia della classificazione binaria che il genere porta con sé?

Allo Studio/K Blacula di William Crain (Usa, 1972, 93). Il Dracula di Bram Stoker incontra il cinema Blaxplotation: genere nato negli anni ’70 per contrastare gli stereotipati ruoli cinematografici assegnati agli attori afroamericani. Un principe africano, dopo essersi appellato al conte Dracula per porre fine allo schiavismo, viene trasformato in vampiro e rinchiuso in una bara per 150 anni. Quando due antiquari acquisteranno gli averi del conte scandinavo e li porteranno ad LA, la furia di Blacula si risveglierà. Come combattere il razzismo a colpi di horror e R&B.

Giov 21: Tesoro, mi si sono ristretti gli Oscar

Direttamente dal festival olandese Go Short, sul grande schermo del Louis Hartlooper Complex di Utrecht verranno proiettati cinque corti (ovviamente al prezzo di uno) di giovani artisti in lizza per l’Oscar dedicato ai film in miniatura.

Barricatevi di giochi di società alla Game Night organizzato dal Vondelbunker, ci penseranno l’alcool e la competitività a riscaldarvi.

Ven 22: Piccole donne moderne e propaganda contemporanea

Al Podium Mozaiek , Zeventien: sogni e identità per una performance teatrale sull’adolescenza. Cinque ragazze musulmane, provenienti da culture diverse, sono alla ricerca del modo ideale per esprimere loro stesse e i propri desideri, tra ideali generazionali e riferimenti culturali molto pop.

Il centro culturale Impakt di Utrecht ospita Truth that Lies: Misinformation in the Information age, mostra che cerca di comprendere diverse strategie politiche e culturali utilizzate per oscurare l’informazione  all’epoca di internet. Manipolazioni, discorsi di odio e algoritmi: come il linguaggio è diventato vittima e, al contempo, carnefice della disinformazione informatica a suon di tablet e smartphone.

Sab 23: Architetture locali, rock’n’roll robot e letture femministe

All’Architectuurcentrum Amsterdam, come evento collaterale della mostra Collective Comeback, la visione del documentario Heerlijk anoniem – Wonen in het Plan van Gool (NL, 22 min). Questo breve film permette di conoscere la storia del complesso di edifici costruito negli anni ‘60 ad Amsterdam Noord dall’architetto Frans van Gool il quale, intervistato, svela chicche sul suo progetto, sui riferimenti culturali che lo hanno guidato e le esperienze dei residenti.

Al De nieuwe Anita, serata all’insegna del Rockabilly. Workshop di ballo seguito dal concerto della band Mischief!. Si danza, si beve e si cade alla ricerca del vero spirito del rock’n’roll.

All’American Book Center di Den Haag, riunione del club del libro Our Shared Shelf . Creato da Emma Watson, in vece di goodwill ambassador per l’ONU, questo gruppo femminista inline di lettura ha trovato la possibilità di ‘scavalcare‘ la rete grazie ad alcune partecipanti olandesi che hanno iniziato ad incontrarsi nella libreria anglofona de L’Aja. Il libro discusso questo mese è The Things I Would Tell you: muslim women write di Sabrina Mahfouz.

Dom 24: Brazilian Mashup

Al Teatro Munganga arriva O Pagoda de Geni: la tradizionale festa brasiliana dedicata alla Samba incontra la voce della cantante Geni Pereira che dal 1980 porta questo evento in giro per Amsterdam. Non solo nutrimento musicale e spirituale ma anche fisico: bevande e cibo abbonderanno, tra cui i deliziosi Bobó de camarão e Xinxim de Galinha cucinati dalla stessa Geni.


Per combattere gli ultimi (si spera) freddi invernali il Filmhuis Cavia vi presenta il Sunday Mashup #2.  Una selezione eclettica di cinque film i cui unici criterii sono le “wild memories” londinesi  del cinefilo veterano Jeffrey Babcock. Dalle 3 pm alle 9 pm, con una piccola pausa per approvvigionamento cibo.

Lun 25: Balle spaziali

Sistemi stellari multipli, destini universali e teorie Einsteniane. Al Grand Cafe De Burcht, Leiden, Mathieu Renzo e Anne Archibald (ricercatori dell’UvA) sveleranno alcuni misteri della volta celeste durante la sera di divulgazione informale “Astronomy on Tap: The fate of sibling stars”. Astronomia alla spina.

Mar 26: Corti di Cactus e decadenza Berlinese

Una serata dedicata ai primissimi corti girati da esordienti. Al Rialto va in scena la seconda edizione di Rialto For Short. La possibilità di scoprire talenti, assistere a nuove intuizioni cinematografiche o narrazioni ispirate si compra per 5 euro.

“Natura Urbana – The Brachen of Berlin” racconta le ferite belliche della Capitale attraverso la storia delle sue piante. Vegetazione germogliata tra i binari di ferrovie abbandonate, vicoli grigio cemento e decadenza berlinese. Una narrazione parallela del dopoguerra sviluppata in una Berlino metro-botanica.

Mer 27: Nobody’s wife

Una serata interamente femminile al Paper Fetish. No Guys Allowed è l’appuntamento mensile dedicato a spiriti liberi in cerca di una spazio in cui ritrovare energia e ispirazione. Ogni mese si affronta un tema diverso attraverso live performance, discorsi, fotografia o qualsivoglia forma espressiva.

Per la rassegna “Grote Denkers”, è Simone de Beauvoir la grande pensatrice in scena al TivoliVredenburg di Utrecht. Una serata di teatro dedicata alla filosofa femminista capace di influenzare Sartre, e soprattutto il pensiero contemporaneo occidentale.

Gio 28: Musica, goderne e suonarne


Come ogni giovedì, il Volta offre il palco a band locali con Volta’s Local Playground. La line-up prevede gli arpeggi degli 80%, gruppo nato nel 2010, seguiti dai Flavour, cover band olandese.

Se non vi accontentate di sedere nel pubblico, Amsterjam x Doka, al Volkshotel, può fare al caso vostro. Ogni ultimo giovedì del mese, chiunque possegga un qualche talento o trasporto musicale può esibirsi e creare una jam con un gruppo di accompagnamento. Quale miglior occasione per dare vita a istantanee musicali?



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!