The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Eventi ad Amsterdam dal 1 al 15 ottobre. Una guida (s)ragionata

Dai film sul Brasile al punk, dalla storia rimossa ai canti di protesta passando per un pesce rosso.

di Giuseppe Menditto

Sopravvissuti alla cena low cost con Obama, sedati i timidi tentativi di occupazione studentesca, in mancanza di risposte all’eterno quesito bolla speculativa sì, bolla no, bolla buuum, ecco a voi la seconda puntata con gli appuntamenti da non mancare ad Amsterdam e dintorni nelle prossime due settimane:

Lunedì 1: cibo da (non) buttare e cinema brasiliano

Iniziamo alle 18:30 con Wasteless Culture Monday al Plantage: Taste before you waste è una comunità dedita alla sensibilizzazione e alla lotta contro gli sprechi alimentari. In preparazione della consueta cena del mercoledì, organizzata con prodotti ancora freschi ma già scartati dalla distribuzione alimentare, si proietta un documentario, si assiste a un concerto e si discute. 

Alle 20 al Cavia si apre l’edizione 2018 di Screening Brazil, rassegna cinematografica di classici e di film d’avanguardia. Lunedì sarà la volta del corto Tropical Curse (A Maldição Tropical) seguito dal lungo Give me a Break, Spider (Sem Essa, Aranha) sul Brasile degli anni ’70.

Martedì 2: Chiacchere in olandese su cori rivoluzionari

Per chi volesse migliorare il proprio olandese al De Groene Gemeenschap dalle ore 9 incontro settimanale col Nederlandse conversatie groep. Not for beginners.

Al NieuwLand alle ore 20 laboratorio di canti di protesta con Strijdliederen zingen. 

Mercoledì 3: concertino pre (o post) pranzo e serata hacker

Consueta mezz’ora gratuita di relax musicale al Concertgebouw: questa settimana Openbare Repetitie Concertgebouworkest diretto da Trevor Pinnock.

Alle 19 al via la Hackerspace Social Evening: smanettoni di tutto il mondo unitevi!

Giovedì 4: Confini, bici rotte e improvvisazioni

Dalle ore 14:30 TEDxUniversiteit van Amsterdam presenta la seconda edizione del festival Crossing Borders con focus su globalizzazione, fenomeni migratori e il ruolo che l’innovazione ha nel rompere convenzioni sociali.

Gomma bucata? Catena lenta? Si può imparare a riparare la propria bici al DIY Bicycle Repair a partire dalle 18. Prenotazione necessaria a fietskliniek95@gmail.com

Alle ore 21 stand up comedy al Nutty Anita’s Comedy Night. Ospite della serata Michael Capozzola.

Venerdì 5: Racconti da Baghdad, indigeni e squat carioca sul grande schermo ovvero la storia dimenticata

Al Theater De Meervaart apertura dell’UD Festival con Baghdad Tales: serata dedicata alla capitale irachena con un documentario sulla vita in città e concerto di Latif Obaidi e il suo ensemble. 

Ancora per Screening Brazil una doppia proiezione: alle ore 19 Ava Yvy Vera – A Terra do Povo do Raio, documentario sulla resistenza dei popoli indigeni Guarani e Kaiowa nell’impresa di riconquistare le proprie terre. A seguire The Cambridge Squatter / Era o Hotel Cambridge, pellicola sulle occupazioni abitative a San Paolo.

Dalle 18:30 alle 22 al Black Archives De verzwegen geschiedenis van zwart verzet, serata dedicata alla resistenza black di Sojourner Truth, Cuffy, Otto e Hermina Huiswoud e alla rimozione di tale passato coloniale.

Sabato 6 tutto all’insegna della musica.

Al Teatro Munganga concerto del Aurel Violas Trio: con il pianista olandese Jetse de Jongde e il bassista tedesco Daniel Nagel, il batterista e compositore Aurel Violas si esibiranno in un mix di jazz tradizionale e pezzi propri, invitando il pubblico ad ascoltare attentamente ma anche a seguire il proprio flusso mentale.

Alle ore 21 all’OCCII Black Earth presenta un triplice concerto tra sonorità post rock e dark jazz: a esibirsi saranno A-Sun Amissa (UK), 78RPM e String Strang.

Domenica 7: Yoga in Palestina

Dalle 12 alle 13 sessione di yoga presso l’ADM al secondo piano della cantina.

Al Joe’s Garage proiezione del documentario Arna’s Children, la storia di una compagnia teatrale per bambini in Cisgiordania diretta da Arna Mer (1929-1995).

Lunedì 8 musica a 360

All’OCCII musica punk e hardcore con Wall Breaker (US), Paranoid State e Pressure Pact

In serata al Bimhuis JAMES FARM in concerto: Joshua Redman, Aaron Parks, Matt Penman e Eric Harland formano il supergruppo alla ricerca di nuove connessioni tra sonorità jazz, rock, musica classica, folk e ambient. 

Martedì 9: love, love, love!

Al Concertgebouw il baritono André Morsch e il mezzosoprano Rosanne van Sandwijk si uniranno al pianista Julius Drake per un recital che copre ogni aspetto dell’amore, nelle composizioni di Liszt e Brahms.

Mercoledì 10 settembre: animazioni turbo-capital-marxiste

Inizia il KLIK Amsterdam Animation Festival 2018 all’Eye: tema dell’edizione è State of Mind e non mancheranno mondi pieni di sorprese, umorismo nero e matte risate.

Al Goethe Institut alle 19 per la rassegna Crisi e critica – 200 anni dopo Karl Marx, lo storico tedesco Wolfgang Schieder presenterà il suo libro Politik in eigener Sache sull’impegno politico di Marx in seno alla Lega dei Giusti e all’Associazione internazionale dei lavoratori

A partire dalle 20:30 presso De Balie incontro su Capitalism:in search for an alternative. La crisi finanziaria, il movimento Occupy, la Brexit e le discussioni in corso sulla crescente disuguaglianza economica hanno causato un calo di entusiasmo per il capitalismo come  sistema economico sostenibile e senza alternative. Giacomo Corneo, professore di Politica sociale e finanza pubblica cercherà di rispondere alla questione.

Giovedì 11: Risvegli…

Ultima chance per partecipare al Radical Cut-up muscle and mind week – disruptive narratives presso lo Stedelijk Museum: l’evento di quattro giorni consiste in esercizi fisici giornalieri al mattino e discussioni teoriche nel pomeriggio.

Venerdì 12 tra scale e modi

Al Joe’s Garage laboratorio di musica modale con Aman molli a partire dalle 19.30.

Sabato 13 incontri di storia e poesia sociale

All’International Institute of Social History si apre il Festival van de Opstand con storie ribelli, spettacoli musicali, visite guidate ai tesori dell’istituto, un programma di film e molto altro!

Al Molli Chaoot appuntamento con Grote Glazen en kleine lettertjes, un collettivo di poeti e i propri componimenti: ”What you spot up with ya peepers is tha creeper/Stompin on tha ground smokin a quarter pound reefer.”

Domenica 14 colazione col pesce rosso

All’Oostblock in scena lo spettacolo teatrale Wat is er mis met mijn vis, la storia di un uomo che entra nella ciotola del proprio pesce.

Lunedì 15 si gioca in Palestina

Al Joe’s garage Benefietdiner voor Jalazone speeltuin project #8 il collettivo Studenten voor Rechtvaardigheid in Palestina (SRP) raccontano la propria idea di sostenere la costruzione di un parco giochi a Jalazone.