Evacuazione belga dell’Afghanistan, mancano ancora 480 persone

U.S. Marine Corps photo by Lance Cpl. Nicholas Guevara/U.S. Central Command Public Affairs, Public domain, via Wikimedia Commons

Ancora presenti 480 nomi sulle liste belghe delle persone da evacuare dall’Afghanistan, ha detto il ministro degli Esteri Sophie Wilmès da New York, dove sta partecipando all’annuale Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Quest’anno l’Afghanistan è uno dei temi principali del vertice.

I 480 partecipanti sono stati divisi in categorie, di cui la più grande è costituita da 260 cittadini, belgi o con doppia cittadinanza, e con le rispettive persone a carico.

In una seconda categoria ci sono 63 persone con profili differenti, tutti coinvolti in politica, nella società civile o nelle arti. Ora rischiano la vita da quando il regime talebano ha preso il potere. Due gruppi più piccoli includono, 45 persone collaborattrici del Belgio in Afghanistan, e 49 con permesso di soggiorno in Belgio.

Alcune delle persone sulle liste belghe hanno già espresso il loro desiderio di rimanere in Afghanistan. Coloro che vogliono lasciare l’Afghanistan possono farlo via terra, ma questa opzione è scoraggiata dalle autorità belghe a causa del suo pericolo, o tramite voli dal Qatar.

 

SHARE

Altri articoli